.
Annunci online

farewell
...ma io son fiera del mio sognare, di questo eterno mio incespicare...

30 luglio 2008
a noi
tra un tetto e le stelle, il modo migliore per promettersi il futuro, o per lo meno un presente felice, con la bocca si, ma senza dirsi niente, con il cuore si e infatti quello sbatteva dentro come un matto, con la testa si, soprattutto con la testa, ma senza la consapevolezza che un anno è gia passato e chissa quanto altro tempo passerà e non ce ne accorgeremo neanche



permalink | inviato da farewell il 30/7/2008 alle 18:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
17 giugno 2008
prime, terze, seconde....
 lunghi giorni in mezzo al mare
mare che non ti ha mai dato tanto
mare che fa bestemmiare
quando la sua furia diventa grande
e la sua onda è un gigante
la sua onda è un gigante 


anche quando l'onda ti solleva forte
e ti toglie dal tuo pensare
e ti spazza via come foglia al vento
che vien voglia di lasciarsi andare
più leggero nel suo abbraccio forte 


lunghi giorni in mezzo al mare
mare che non ti ha mai dato tanto
mare che fa bestemmiare
e si placa e tace senza resa
e ti aspetta per ricominciare
e ti aspetta per ricominciare




.....domenica la gara decisiva



permalink | inviato da farewell il 17/6/2008 alle 10:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
17 aprile 2008
incomprensioni...sola con su amor el mar
 Periodo di delusioni su tutti i fronti, confusione, domande senza risposta, sale sulle ferite…mi sfogo con gli allenamenti, rinasco sedendomi sull’acqua salata e vedendola scorrere sotto di me veloce, sentendo il sudore sulla pancia, sulle mani, lungo la schiena, vedendo tramonti bellissimi che tolgono il fiato più delle 32 palate al minuto.

Ma ci sono delle cose nella vita che sono dei punti fermi, talmente fermi che spesso non ci facciamo nemmeno caso.

Ieri sono andata a comprare una ricarica nel bar/tabacchino/cartoleria vicino a casa mia gestito da più di trent’anni dalla stessa famiglia

Un locale piccolo con tre tavolini, puzza di fumo impregnato nei muri, nelle tovaglie (rigorosamente a scacchi rossi e blu), nei mobili , digestivi e liquori vanno per la maggiore, sempre i soliti quattro o cinque personaggi che giocano a carte …quando entro, dietro al bancone c’è il figlio che ha preso il posto del padre e poi Ilaria, vedova dell’uomo col piu grande neo sul naso che abbia mai visto, sempre la stessa, sembra che il tempo si sia fermato per lei, sempre soliti capelli brizzolati, stesso taglio, stessi occhiali, sempre stesso modo di salutarmi “ciao princi”…sono vent’anni che mi chiama così, da quando piccolissima andavo con mia mamma o mio fratello a comprare il gelato, passando per i quaderni e i bianchetti nel periodo delle scuole la mattina prima di entrare in classe o prima di prendere la corriera, arrivando fino a oggi…sono vent’anni che ricambio il saluto con un sorriso sincero …

Oggi vado a trovare il mio nipotino, 6 mesi, mangerà minestra e pera per la prima volta…mi chiedo cosa avrà dalla vita, chi e cosa diventerà, quali saranno i suoi punti fermi, come sfogherà la sua rabbia, le sue delusioni, quali emozioni proverà, chi e cosa gliele faranno provare….per adesso si "limita" a sorridere, a riempirmi il cuore e a tirarmi su il morale.




permalink | inviato da farewell il 17/4/2008 alle 12:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
14 marzo 2008
dal gozzo con furore
... ho remato sul tamigi...


io ho remato sul tamigi...


ci sono andata dentro con i piedi...


ho visto londra sotto i ponti...


...no forse no...


si si si che l'ho fatto....



permalink | inviato da farewell il 14/3/2008 alle 13:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
10 marzo 2008
invidia
 per fortuna c'è ancora gente che sà stare al mondo magra consolazione per chi non può far altro che mettersi la testa fra le mani...





permalink | inviato da farewell il 10/3/2008 alle 11:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
7 marzo 2008
Domani
Questo si può dire dell'8 marzo in genere: un tempo giornata di lotta, oggi viene visto dalla gente come un giorno di vacanza delle donne in cui, quelle più giovani, vanno in discoteca, quelle più mature possono lasciare i figli ai compagni, andare a cena fuori e rifarsi gli occhi con baldi, amalianti (bah) e oliati gionvincelli. E' un clima da "semel in anno licet insanire" che, come quasi tutte le occasioni una tantum, lascia un pò di tristezza, ma non è mio compito giudicare.

Anche se, quando non si sa più da dove si viene, è molto difficile che si sappia dove si vuole andare.


"Chi non ha testa, ha gambe" ho sempre sentito dire e io, pur stando ferma andrò molto lontano, senza aver bisogno di nessuno...bisogna tagliare i rami secchi (anche quelli di mimosa)...


Dall'ultimo post a questo, nel mezzo, una gara internazionale a Londra sul Tamigi con l'8 con...non ho ancora assorbito l'emozione e non so ancora descrivere quanto sia stato bello...io, 7 compagne e altri 254 equipaggi...



permalink | inviato da farewell il 7/3/2008 alle 17:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
16 gennaio 2008
avete presente il detto...



permalink | inviato da farewell il 16/1/2008 alle 9:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
15 gennaio 2008
bigotte
Dei vari “stai attenta che il buon dio da lassù ti guarda”, “vai a messa e prendi la Comunione”, “nonna hai un pò di prosciutto” “oggi la carne non si mangia”, me ne sono liberata parecchi anni fa, quando sono stata abbastanza grande e ho iniziato a capire che il bene e il male lo so vedere anche da me, quando ho iniziato a ragionare sui fatti con la mia testa e ne è uscito che la causa del male molte volte è stata proprio la Chiesa, quando non sono più riuscita a giustificare il perché di certe prese di posizioni così assurde, il predicare il perdono e l’additare quasi contemporaneamente la vita degli altri….che le bigotte da che mondo e mondo sanno sempre gli affari di tutti e tacciono sui propri…

Domenica mattina, piazza della Chiesa - una mia amica sceglie di sposarsi alla tenera età di 23 anni dopo molti anni di fidanzamento, un lavoro sicuro, una persona da amare “più di ieri meno di domani”…io guardo i novelli sposi un pò in disparte, lei era una mia compagna di pallavolo, dopo che tutte e due abbiamo smesso le strade si sono divise e ci siamo perse, ma mi faceva piacere vederla in abito bianco, non l’ho nemmeno salutata, era giusto così, per vederla appunto…

Logisticamente ero collocata di fronte la Chiesa, ‘arrembata’ alla facciata rosa della casa ospitante la latteria del paese e l’appartamento dove abitava lo sposino, insieme a me in fila attaccate al muro come fossero pronte per la fucilazione le bigotte…vecchie e nuove, madri e figlie, con i sacchetti della spesa e il litro di latte appena comprato dalla lattaia che bigotta non è, ma che ne sa più di tutte quelle messe insieme…queste ultime sapendo del giorno del matrimonio forse ancora prima che gli sposi decidessero la data non potevano non assistere all’evento, tanto più che lui è un ragazzo conosciuto nel paese perché migrato dal sud con la sua famiglia quando era ancora in fasce e arrivato proprio sulla piazza della Chiesa…il padre un tipo basso, tarchiato con pochi e neri capelli, carnagione scura, accento molto del sud, lo si vede in piazza o nei pressi a godersi la sigaretta del dopo cena, ma anche quella del dopo pranzo del mezzo pomeriggio ecc ecc..a seconda del momento vestito da muratore o in comode babbucce casalinghe, la madre più riservata, bruna pure lei coi capelli corti e ricci, magra alta forse più del marito (non è che ci voglia molto), all’apparenza una signora dolce, in realtà non l’ho mai conosciuta né sentita parlare.

Ebbene appoggiate al muro (quasi mi vergognavo a confondermi con loro, si poteva pensare che ne facessi parte) attendevamo l’uscita degli sposi ed eccoli comparire sul portone della chiesa tra riso e risate, applausi, baci, bambini che corrono su e giù per la scalinata e foto di rito coi parenti di lui, poi quelli di lei, poi gli amici…il vestito era molto bello, non so dire di quale materiale fosse fatto, non me ne intendo, era tutto ricamato con fiorellini e un lungo strascico ma lungo, lungo, lungo…le stava bene, lui classico abito scuro…ed ecco che partono i primi commenti…

“Che bel vestito…dicono che gliel’abbia fatto su misura una parente di lui…si vede che è molto particolare..”

“Ma dov’è il padre di lui?basso e vestito bene non riesco a riconoscerlo…”

“I genitori di lei chi sono?So che suo padre fa il fornitore di sigarette per i tabacchini della zona...”

“Si, la figlia lavorava già lì e lui ha smesso di fare il meccanico e si è sistemato dal suocero…”

“…mah cosi giovani…quanti anni hanno?…23, 24?”

Ed ecco la spruzzatina di veleno...

“Si, sono di quell’età lì…credo che lei sia rimasta incinta, pancia non ne ha ancora sarà proprio ai primi mesi…”

“Ah ecco perché…ci mettono una pezza…”

Probabilmente avranno continuato per almeno un’ ora a “ciatellare” sui due poveri inconsapevoli, colpevoli solo di essersi trovati e riconosciuti molto giovani, nessun bimbo di mezzo, solo l’amore. Non sono riuscita a trovare la pazienza per stare li a godermi il momento senza far caso agli sputi di sentenza…

Ma la vendetta era in agguato…tre mesi dopo proprio una delle ragazze della parrocchia, una di quelle timide, timide, che parla poco, tutte le domeniche a messa, fidanzata con un altro della sua specie da molti anni, ha annunciato il loro matrimonio…per amore probabilmente, ma soprattutto per il bimbo che stavano aspettando…

Avrei voluto andare a sentire i commenti là appoggiata al muro come la volta prima, ma mi sembrava già abbastanza così, senza dover infierire con la mia atea e per nulla interessata ai fatti altrui presenza.




permalink | inviato da farewell il 15/1/2008 alle 15:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
2 gennaio 2008
Il testamento di Ferrara, Bondi e Binetti
 http://www.corriere.it/politica/08_gennaio_02/binetti_bondi_aborto_efd7bb10-b920-11dc-aa63-0003ba99c667.shtml


Non commettere atti che non siano puri
cioè non disperdere il seme.
Feconda una donna ogni volta che l'ami, così sarai uomo di fede:
poi la voglia svanisce ed il figlio rimane
e tanti ne uccide la fame.



Io, forse, ho confuso il piacere e l'amore,
ma non ho creato dolore.




permalink | inviato da farewell il 2/1/2008 alle 17:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
21 dicembre 2007
Tetris o lego?A che staranno giocando?Cosa chiederanno a Babbo Natale?



permalink | inviato da farewell il 21/12/2007 alle 9:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
20 dicembre 2007
PRETE
 

Mi ricordo da bambino mi portavano alla messa, ed io seguivo la funzione con un’aria un po’ perplessa... il prete stava in piedi sull’altare col microfono spiegava i passi del Vangelo con tono monotono col tempo e con la scusa di giocare all’oratorio mi infilarono nel mucchio catechismo obbligatorio perché non sta bene, non puoi essere diverso, emarginato come pecora smarrita dentro a un bosco… al di fuori del contesto... inginocchiati per bene, adesso dì le preghierine non dubitare mai dell’esistenza del Signore, lascia stare le tue fantasie sessuali di bambino, quante volte ti sei masturbato il pistolino? Il prete in molti casi è un uomo molto presuntuoso, nonostante l’apparenza di un sorriso zuccheroso, crede di essere il depositario di una verità assoluta, ad ogni tua obiezione, lui rigira la frittata! Prete! Io non ho voglia di ascoltarti, Prete! Non hai il diritto di insegnarmi Niente! Sei bravo ad inventare e a raccontare favole per addomesticare le paure della gente! Non ho bisogno più di credere a un Prete! Se la Madonna piange sangue, è noia! Sei bravo e fai di tutto per alimentare, per tenere in piedi La bugia più grande della storia. La bugia più grande della storia. La storia della Chiesa è seminata di violenza, di soprusi, la Santa Inquisizione è prepotenza, e poi genuflessioni collettive dei politici, salvezza delle anime, la rendita degli immobili ma quanti begli affari fate con il Giubileo e quanti bei miliardi che sta alzando Padre Pio Se Gesù Cristo fosse vivo si vergognerebbe delle tonnellate di oro e delle vostre banche, Se Gesù Cristo fosse vivo si vergognerebbe Delle chiese piene d’oro e delle banche… Prete! Io non ho voglia di ascoltarti, Prete! Non hai il diritto di insegnarmi Niente! Sei bravo ad inventare e a raccontare favole Per addomesticare le paure della gente! Non ho bisogno più di credere a un Prete! Se la Madonna piange sangue, è noia! Sei bravo e fai di tutto per alimentare, per tenere in piedi La bugia più grande della storia La bugia più grande della storia. Perdonate questo sfogo troppo anti-clericale, in fondo ognuno è libero di scegliersi la sua prigione, libero di farsi abbindolare, ipnotizzare, dal papa, dal Guru, dal capo spirituale ma la cosa deprimente e che mi butta giù è vedere quella folla alla Giornata della Gioventù, la mia sola religione è vocazione per il dubbio , IO non crederò a qualsiasi cosa dica un Prete! Io non ho voglia di ascoltarti, Prete! Non hai il diritto di insegnarmi Niente! Sei bravo ad inventare e a raccontare favole Per addomesticare le paure della gente! Non ho bisogno più di credere a un Prete! Se la Madonna piange sangue, è noia! Sei bravo e fai di tutto per alimentare, per tenere in piedi La bugia più grande della storia La bugia più grande della storia La bugia più grande della storia PRETE! 


                                                                                                    (CrIsTiCcHi)



*non potevo farmi sfuggire l'occasione che mi è stata servita su un piatto d'argento dalla cara Bloggerperfecto




permalink | inviato da farewell il 20/12/2007 alle 17:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
20 dicembre 2007
Il Papa e....ci saranno sempre un Berlusconi e un prete a sparar cazzate...



permalink | inviato da farewell il 20/12/2007 alle 11:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
12 dicembre 2007
Mutismo e rassegnazione...pessimismo e fastidio



permalink | inviato da farewell il 12/12/2007 alle 10:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
6 dicembre 2007
...da sempre l'ignoranza fa paura...



permalink | inviato da farewell il 6/12/2007 alle 9:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
23 novembre 2007
pensierino del giorno

 

il mondo è di quelli che a colazione mangiano la brioche, ma nel cappuccino mettono il dolcificante... 



permalink | inviato da farewell il 23/11/2007 alle 11:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
14 novembre 2007
parole, parole, parole
...me ne sto all'ombra e al fresco dei miei pensieri...



permalink | inviato da farewell il 14/11/2007 alle 11:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
8 novembre 2007
il ruggito del coniglio
è ormai da mesi che le mie giornate lavorative iniziano con


...richeterachetericheterachetericheteracheterì...


e finiscono con


....ca cater caterpillar ca cater caterpillar.....


in mezzo il lavoro, e sogni di momenti di gloria a Londra sul Tamigi. Otto ragazze coi remi e tanta voglia e speranza. La passione che scoppia inavvertitamente qualche mese fa e ti ritrovi travolta



permalink | inviato da farewell il 8/11/2007 alle 9:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
25 ottobre 2007
Un anno in più
e un nipote in più...

ho la sensazione che ci passerò talmente tanto tempo insieme che sarà lui a crescere me...

in effetti lo sta già facendo...



permalink | inviato da farewell il 25/10/2007 alle 9:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
19 ottobre 2007
Minimo minimo
        

sono fratelli...



permalink | inviato da farewell il 19/10/2007 alle 10:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
2 agosto 2007
solo un salto veloce per una data importante



permalink | inviato da farewell il 2/8/2007 alle 16:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 50823 volte