Blog: http://farewell.ilcannocchiale.it

Domani

Questo si può dire dell'8 marzo in genere: un tempo giornata di lotta, oggi viene visto dalla gente come un giorno di vacanza delle donne in cui, quelle più giovani, vanno in discoteca, quelle più mature possono lasciare i figli ai compagni, andare a cena fuori e rifarsi gli occhi con baldi, amalianti (bah) e oliati gionvincelli. E' un clima da "semel in anno licet insanire" che, come quasi tutte le occasioni una tantum, lascia un pò di tristezza, ma non è mio compito giudicare.

Anche se, quando non si sa più da dove si viene, è molto difficile che si sappia dove si vuole andare.


"Chi non ha testa, ha gambe" ho sempre sentito dire e io, pur stando ferma andrò molto lontano, senza aver bisogno di nessuno...bisogna tagliare i rami secchi (anche quelli di mimosa)...


Dall'ultimo post a questo, nel mezzo, una gara internazionale a Londra sul Tamigi con l'8 con...non ho ancora assorbito l'emozione e non so ancora descrivere quanto sia stato bello...io, 7 compagne e altri 254 equipaggi...

Pubblicato il 7/3/2008 alle 17.38 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web